Mioma dell'utero durante la gravidanza


Nonostante il fatto che i fibromi uterini, sfortunatamente, sia una malattia femminile abbastanza comune, molti di noi hanno poca idea di cosa si tratti.È necessario che il medico sospetti il ​​paziente di mioma dell'utero, poiché inizia ad addormentarsi con domande. .. Che cos'è il mioma dell'utero? Quanto è grave questa malattia?È possibile concepire un bambino con un mioma uterino? Va bene sopportare un bambino e partorire? Su molti di questi problemi, la medicina moderna non è in grado di dare una risposta univoca, ma alcune informazioni sono ancora lì.

Quindi, il fibroma è un tumore benigno del tessuto muscolare .Il prerequisito per la presenza di fibromi è la divisione attiva delle cellule dell'utero. I medici non possono ancora arrivare ad un'opinione comune: cosa può provocare esattamente la rapida divisione delle cellule, ma possiamo identificare le cause più probabili - questa è la maggiore secrezione di estrogeni, la stimolazione ormonale. Cioè, gli estrogeni stimolano la crescita dei f

ibromi, mentre il processo inverso è causato dal progesterone. Tuttavia, l'equilibrio ottimale di progesterone ed estrogeno non esclude la possibilità di fibromi. Il problema è che, di norma, la variazione locale della quantità di estrogeni nell'utero non viene riflessa, o si riflette leggermente, sui livelli ematici di ormoni in questo gruppo.

Myoma è solitamente rappresentato da più nodi contemporaneamente. I nodi possono essere di varie dimensioni e possono apparire in diverse parti dell'utero. Quei nodi che si trovano sotto la copertura uterina esterna sono chiamati subserous o subperitoneale. I nodi situati nello spessore della parete uterina sono chiamati interstiziali o intermuscolari. I nodi localizzati sotto l'endometrio, che rivestono la cavità uterina, sono chiamati sottomucosi o sottomucosi. A volte la cavità uterina può essere deformata e un singolo nodo grande.

È possibile sospettare la presenza di fibromi uterini mediante sanguinamento ciclico prolungato, che spesso accompagna il sanguinamento uterino .Una diagnosi accurata è possibile solo dopo un'ecografia.

Di regola, i fibromi uterini non causano infertilità, ma sono presenti difficoltà di concepimento in presenza di fibromi. Queste difficoltà sono provocate dal fatto che il mioma spesso comprime i tubi dell'utero, il che complica notevolmente il movimento degli spermatozoi e può interrompere l'ovulazione.

È ottimale se il trattamento o la rimozione dei fibromi saranno eseguiti prima della gravidanza .Tuttavia, la rimozione di un mioma grande, che ha già deformato la cavità uterina, è solitamente accompagnata da un forte sanguinamento, che a sua volta può portare alla necessità di rimuovere l'utero stesso - in questo caso, naturalmente, la possibilità di concepimento dovrà essere dimenticata.

Il mioma dell'utero non è il miglior compagno di gravidanza. In primo luogo, il mioma è solitamente accompagnato da insufficienza fetoplacentare e, in secondo luogo, aumenta il rischio di aborto. La situazione più sfavorevole e pericolosa è quando il nodo miomato si trova vicino alla placenta - in questo caso il nodo rompe la struttura e spesso la placenta, limitando l'apporto di nutrienti e ossigeno al bambino. Inoltre, tale prossimità può portare a un prematuro distacco della placenta seguito da gravi emorragie.

Per quanto riguarda la relazione tra la gravidanza e la crescita dei fibromi, allora in questo caso i medici non possono venire all'opinione inequivocabile di .Alcuni esperti dicono che durante la gravidanza, il mioma cresce, altri dicono che i cambiamenti nelle dimensioni del mioma sono associati ad un aumento dell'utero, ma in realtà questa crescita non è pericolosa né per la futura madre né per il bambino. Tuttavia, c'è un altro pericolo: la degenerazione, cioè la distruzione dei fibromi. Questo processo è accompagnato da necrosi di tessuti nodulari - di conseguenza, si formano edema, sanguinamento, cisti. La necrosi dei nodi può verificarsi in qualsiasi periodo della gravidanza - e in questo l'imprevedibilità è anche un grande pericolo.

Sfortunatamente, negli ultimi anni, i fibromi uterini sono spesso diagnosticati in donne in gravidanza. Molto probabilmente, questo è dovuto al fatto che oggi sempre più donne partoriscono all'età di 30 anni dopo l'inizio dei disordini ormonali.

Dovrebbe essere inteso che , nonostante il fatto che i fibromi uterini non siano un motivo di aborto, ma questo è un argomento pesante a favore della donna dovrebbe essere attentamente monitorato dagli esperti .Molte donne con mioma uterino normalmente nutrono e poi partoriscono un bambino senza incontrare complicazioni, ma solo nei casi in cui la dimensione dei nodi del mioma non è troppo grande.

Le complicazioni possono verificarsi nel primo trimestre di gravidanza nel caso in cui il myoma e la placenta entrino in contatto. Inoltre, durante questo periodo, il rischio di aborto aumenta a causa delle contrazioni dell'utero, nonché a causa della circolazione sanguigna disturbata in esso.

Per quanto riguarda il secondo e il terzo trimestre, durante questo periodo i nodi miomatosi del bambino lasciano poco spazio, il che comporta un aumento del rischio di parto prematuro. Più grande è la dimensione dei nodi miomatosi, più elevato, rispettivamente, il rischio di nascita prematura. Se il mioma è troppo grande, può avere un impatto negativo sullo sviluppo e sulla crescita del bambino - il bambino può nascere con una mancanza di peso o un cranio deformato.

Inoltre, le donne incinte che hanno un mioma uterino diagnosticato di solito hanno da tempo parto .Il medico può raccomandare un taglio cesareo. Nonostante il fatto che i nodi miomatosi non interferiscano in alcun modo con il passaggio del bambino attraverso il canale del parto, spesso comportano anomalie della presentazione e della posizione del feto.

Il trattamento dei fibromi è la sospensione della crescita dei nodi del mioma. Poiché i fibromi uterini durante la gravidanza sono solitamente accompagnati da anemia, alle future mamme vengono prescritti preparazioni di ferro, una dieta proteica, acido folico e ascorbico, vitamine del gruppo B. Sarà anche raccomandato di rivedere la loro dieta. Dopo il parto, può essere prescritto un trattamento più efficace: un ciclo di terapia ormonale, compresi i preparati contenenti progesterone.

VN: F [1.9.22_1171]